Rilasciato il firmware 2.2 per iPod touch

In sordina, rispetto al fratello maggiore iPhone, è arrivato anche il nuovo firmware 2.2 per iPod touch. L’aggiornamento firmware per iPod touch 2.2 è disponibile, come avviene per iPhone, connettendo il proprio gioiellino touch al computer con iTunes acceso: qualora l’aggiornamento non apparisse automaticamente, è sufficiente selezionare “Verifica aggiornamenti” (con iPod touch connesso) dal meno di iTunes. Per la gioia degli utenti del lettore MP3 tra i più evoluti al mondo l’aggiornamento è gratuito: in controtendenza, per fortuna con quanto accaduto nel passato quando a cambiare era il numero dopo la virgola. I dettagli dell’aggiornamento firmware 2.2 di iPod touch li trovate su The Apple Lounge …

Annunci

Notizie varie

Eccomi, eccomi… sono ancora vivo! Dopo questo bel fine settimana di Halloween ho riaperto il mio lettore di Feed e ho trovato una valanga di cosucce interessanti, ad esempio:

Queste sono i migliori post che ho trovato in questo fine settimana, spero che vi siano utili!

Apple iPhone Vs Samsung Omnia I900

Confronto tra il mitico iPhone e il Samsung i900 (Omnia):

N.B: Grazie al team di AllMobileWorld.it che ha creato queste recensioni!!!!

Come da titolo abbiamo messo i due prodotti alle strette!!! Test durati 20/30 giorni di Fuego!! Per poi stilarvi questa nostra valutazione:

Samsung Omnia i900 : Ottimo prodotto ma dobbiamo dire che “purtroppo” c’è ancora da lavorare su questo smartphone…A partire dall’ Touch screen che è ancora di “old generation”  dai nostri test abbiamo costatato che per far scorrere al meglio le varie applicazioni( tipo rubrica o galleria etc..) dobbiamo applicare una pressione più forte sul nostro touch che a volte sembra non bastare!! ( mentre sull’iPhone basta sfiorarlo ), per poi passare a windows mobile…che ahime sembra di avere un palmare delgli anni 2000 / 2003 aggiornato (ma non più di tanto!), bene passiamo ai widget della home page…Effetivamente di primo impatto sembrano belli, ma dopo averli utilizzati per un pajo di giorni già aveva stancato e siamo passati alla home page tipo “today n°2 ” molto più funzionale,ottima la connesione wi-fi e bluetooth, gps integrato funziona veramente bene, fotocamera 5 megapixel ottima, ma come dicevamo prima dietro a tutto questo c’è Windows mobile che rende il tutto un pò “penoso”, per il resto possiamo dire che ha tutte le carte in regola per essere un ottimo smartphone ma non del tutto touch. Speriamo che all’arrivo di Windows mobile 7 la Samsung rilasci un aggiornamento anche per Omnia così da renderlo multimediale a 360 gradi.

Apple iPhone : Per essere il primo telefono della casa di Cupertino dobbiamo dire che gli è riuscito proprio bene, anche se apple ha fatto delle politiche di scelta non indifferenti, tipo : un bluetooth che almeno per il momento è usabile solo per collegamento auricolare, fotocamera “solo” 2 megapixel ma per il resto dobbiamo anche dire che l’iPhone monta un sistema operativo OsX!!! Moooolto stabile!!! ha un Touch screen da “Paura” basta sfiorarlo che ti apre l’applicazione o muove il CoverFlow al meglio e poi dietro c’è tutto lo staff di apple che cura iTunes quindi applicazioni free (e non) aggiornamenti frequenti e ricordiamoci di una cosa fondamentale…L’iPhone si usa con il solo uso delle mani!!! (mentre omnia o similari non possiamo fare a meno del pennino quando usciamo dalla loro interfaccia e utilizziamo tipo la rubrica o peggio quando usiamo l’agenda e dobbiamo scrivere una nota ).

Parliamo del design e dello schermo : Samsung Omnia molto bello e elegante (anche se un pò scopiazzato dall’iPhone) schermo non proprio luminoso in presenza del sole mentre per l’iPhone anche lui molto elegante e molto “fashion” e in presenza di sole non ci sono problemi.

Per finire abbiamo stilato un voto per entrambi diamo un voto 7 per Omnia perchè comunque a tutto quello che un utente “smanettone” può chiedere!! (gps,wi-fi,bluetooth,fotocamera 5 megapixel)

Per Apple iPhone abbiamo datto un voto 8,5 tutto meritato , visto che ha stravolto il mercato della telefonia con il suo touchphone!! E ricordiamo che per ora tiene testa a tutti i suoi rivali!!

Notiamo la luminosità dei due schermi…Quella dell’Omnia e inferiore e di molto rispetto all’iPhone.

“The brick”, il mistero del mattone Apple

Questa è di The Apple Lounge e io ve la riporto tale perchè è importantissima.

Image: Macenstein

Tenetevi liberi il 14 ottobre perché se i rumors che si vanno assommando in questi giorni dovessero rivelarsi esatti ne vedremo delle belle in quel di Cupertino. Oltre al già ampiamente rumoreggiato arrivo di una nuova gamma di MacBook e MacBook Pro, diverse fonti parlano di una misteriosa One More Thing, a cui tutti sembrano riferirsi con il nome in codice di “the brick”, il mattone. C’entrano forse Rita Pavone, i Pink Floyd e la massoneria? O magari c’incastrano i templari? Steve Jobs rivelerà al mondo la propria identità di Gran Maestro del Priorato di Sion e successore di Pierre Plantard? Questi interrogativi li lasciamo volentieri a Voyager e a Roberto Giacobbo, mentre noi cerchiamo invece di farci strada fra la selva di riferimenti iconografici e musicali evocati dall’oggetto mattone per capire cosa abbia in serbo Apple per noi.

Un nuovo Mac mini.

Di questa prima ipotesi abbiamo già ampiamente discusso ieri. Ammettiamolo però: l’oggettiva possibilità che un nuovo mini faccia la sua comparsa è alterata dalla speranza: tutti ci auguriamo che Apple possa decidere di non dismettere il piccolo di casa. Un modello che ha dato molte soddisfazioni a nutrite schiere di utenti e che forse è finito troppo presto nel dimenticatoio.

HUB USB wireless

Altra ipotesi interessante arriva da Seth Weintraub di 9to5 Mac, il Mac Blog da cui questa giostra del “mattone” ha preso originariamente le mosse. Il nuovo mattoncino non sarebbe altro che un hub wireless per il collegamento di dispositivi USB che potrebbe permettere ai nuovi MacBook di non avere nemmeno una presa al di fuori dell’alimentazione. I nuovi Laptop si connetterebbero al mondo esterno unicamente attraverso le onde radio. Un’ipotesi certamente affascinante (e forse non tutti saranno d’accordo) che però rimane solamente un’illazione che ha preso spunto da un mock up pubblicato su flickr (foto sotto).

Mac Tablet, iTablet o altro dispositivo Multi-Touch

Naturalmente quando si tratta di rumors da Area 51 non può mancare all’appello il grande assente degli ultimi anni, il dispositivo che tutti si aspettano, che tutti vogliono e che Apple si ostina a non presentare: l’iTablet. Inutile dire che non c’è nessun indizio a sostegno della possibilità che il “brick” possa essere un dispositivo di questo genere. Il fatto che il modo di dire “to brick” si applichi comunemente ad un dispositivo, nello specifico un iPhone, che si impalla in seguito alla esecuzione di una procedura “non convenzionale” è un altro aspetto che non fa ben sperare.

Un significato metaforico

A metà tra il serio e il faceto, Dr. Macenstein ha suggerito che “the brick” potrebbe non indicare affatto il fattore di forma di un nuovo prodotto, come ipotizzato dalla maggior parte delle fonti. “The brick” sarebbe invece il nome in codice dato da Apple ad una serie di pratiche particolarmente aggressive, che verranno messe in campo per sferrare un attacco diretto al marketshare di Microsoft e agiranno da metaforico mattone, arma d’elezione per chiunque voglia efficacemente e rapidamente rompere una Finestra (Window). Un abbassamento sensibile dei prezzi e il lancio di nuovi prodotti potrebbero essere alcune delle operazioni che verranno condotte da Cupertino.

E voi cosa pensate si possa nascondere dietro questo criptico nome in codice?

Let’s rock: le novità di Apple

Si è da poco concluso l’evento Apple tanto atteso di settembre, denominato “Let’s Rock” , che tra musiche rock e discorsi del Jobs sono state annunciate queste notizie qui sintetizzate:

  • imagein america ci saranno film HD su itunes;
  • iTunes è ora aggiornato alla versione 8;
  • su iTunes vi è una nuova  funzione denominata “genius” che aiuta nella classificazione e ricerca di canzoni e crea delle playlist automatiche basate sulla canzone in ascolto;
  • nuovo iPod Nano, con forma simile a quanto riportato dai rumors con accelerometro e funzione genius, disponibile in 9 fantastici colori;
  • nuovo iPod Touch più sottile e ridisegnato comprende ora la funzione nike+ e la funzione genius.Versioni da 8GB, 16GB oppure 32GB rispettivamente a 229, 299 e 399 Dollari;
  • sia il Nano che il Touch sono completamente ecologici con materiali atossici e riciclabili;                     image
  • nuovo iPod Classic da 120Gbyte a 239€;

image

  • App Store: 100 milioni di applicazioni scaricate;
  • da venerdì si potrà avere il software 2.1 per iPhone ed iPod Touch;
  • need for speed per i device mobili di apple;
  • E’ disponibile la versione in streaming Quick Time dell’incontro. Potete accedere allo stream da questa pagina. Al momento in cui scrivo non è ancora disponibile una versione HD del video, ma è probabile che venga pubblicata nelle prossime ore.

Graie a Camillo Miller di TAL per queste notizie.

1 iPhone x studente

Ricordate la storia di un mac x studente? Per chi non ricorda la storia basti sapere che Apple ha regalato 2375 MacBook a degli studenti…americani.

Ora replica regalando iPhone o iPod Touch a 950 nuovi studenti della Abilene Christian University, università texana, come supporto all’istruzione in mobilità.

This is the first time a university and a wireless company have worked together to combine cutting-edge technology like iPhone 3G and education in a way that enhances students’ access to educational resources and their overall learning experience

Il succo del discorso di Adam Vital, vice presidente di AT&T Texas, è chiaro: permettere agli studenti di migliorare il loro accesso alle risorse educative.

Nel 2008, quando l’accesso alle informazioni è ormai completamente wireless, fornire degli strumenti del genere agli studenti è un’idea notevole.

Abbiamo visto come iPhone ed iPod Touch, con i programmi giusti possano essere una risorsa formidabile per la raccolta e l’elaborazione delle informazioni, grazie ad applicazioni come YouNote o EverNote
Tenendo poi conto che l’Abilene Christian University è come moltissimi campus iscritta al programma iTunes U per fornire l’accesso via podcast alla didattica ed alla cutura, la strategia di fornire gli iPod Touch e gli iPhone è vincente.
Forse scarsamente applicabile in un’Italia in cui i Dirigenti Scolastici storcono il naso all’idea di lasciar uscire le classi in visita d’istruzione la prima settimana di scuola.
Dato che l’istruzione in Italia è rimasta ferma ai tempi del libro Cuore, non possiamo aspettarci granché se non da pochissimi centri d’eccellenza.

Considerando l’attuale polemica per la presenza dei cellulari nelle aule d’esame per i test d’ammissione, ovviamente è troppo sperare che le amministrazioni italiane possano comprendere la portata dello strumento e le possibilità che fornirebbe a studenti ed insegnanti.

Non si pretende né si spera che vengano forniti strumenti come MacBook o iPod Touch ad ogni studente, ma sarebbe molto interessante se si potessero fornire in comodato d’uso agli studenti degli eeePc con Linux: avrebbero tutto il necessario per la ricerca di informazioni su internet, la rielaborazione di queste informazioni e la generazione di relazioni e ricerche. Mail, IM, software educativi vari esistono anche per Linux.

Se in una grossa scuola media o superiore si adottassero questi strumenti, sicuramente un acquisto in massa porterebbe il prezzo degli eeePc ad una cifra ancora più irrisoria di quanto già non siano.

Il costo, in questo caso, sarebbe ancora meno un problema.

Via | The Apple Lounge

Technorati Tags: ,,

Assurdità: iPhone aperto a tutti, anche se protetto da password

l telefonino touch-screen di Apple contiene un grosso (ma davvero grosso) problema di sicurezza: chiunque può accedere alle funzionalità del telefono, anche se protetto da password. Semplicemente con una sequenza di tasti.image
L’iPhone ha raggiunto livelli da record su tutti i fronti: non parlo solo del numero di vendite, ma anche delle proteste inviate direttamente alla casa madre. Troppi problemi, troppe limitazioni e troppe vulnerabilità.

Il problema è rappresentato da una combinazione di pulsanti che, anche se l’iPhone è teoricamente sotto la protezione di una password di accesso, permette di accedere al dispositivo entrando in possesso di qualsivoglia informazione: contatti, SMS, dettagli di navigazione, eccetera.
La procedura da seguire è estremamente semplice:
* Slide su "unlock"
* Tap per avviare le chiamate di emergenza

* Doppio tap sul pulsante home
In sostanza la procedura di blocco del telefono è completamente inefficace e può essere clamorosamente aggirata. È a questo punto presumibile un sollecito intervento riparatore da parte di Apple in sostituzione del firmware 2.0.2 (e antecedenti, parimenti vulnerabili) da breve rilasciato.

Via| MetHack