ADSL in rialzo, la SIAE vuole la sua tassa

Le aziende che offrono servizi di connettività internet prospettano un aumento di canone. Le motivazioni? La SIAE ha richiesto che venga stabilito per legge un contributo da parte di tutti quei provider che forniscono a pagamento la linea Adsl veloce.
La crisi dell’economia in Italia ha colpito e colpirà duramente tutte quelle aziende che offrono un servizio all’utenza. È quindi normale che debbano aumentare le tasse ai relativi abbonati. In questo caso, però, si è fatta avanti la SIAE con una motivazione alquanto assurda.
È stato dichiarato che: “L’Adsl consente a milioni di utenti di scaricare dal web, nella maggior parte dei casi evadendo il Diritto d’Autore, ogni tipo di contenuto creativo: musica, film, libri, immagini e qualsiasi genere di opera dell’ingegno messa a disposizione gratuitamente da ben noti e numerosi peer to peer“.
Risulta evidente che la SIAE, a titolo di risarcimento, voglia ottenere dai provider una parte dei proventi da destinare agli autori per i diritti evasi. La proposta è arrivata persino al Governo ed è in fase di valutazione. Ovviamente si sono scatenate una serie di proteste, soprattutto da coloro che il Web lo usufruiscono come mezzo consono di comunicazione, lavoro e svago.

Via | methack

Technorati Tag: ,,

Psystar lancia un super clone con Blu-Ray e 9800GT

Quando si dice la faccia tosta. Nonostante la causa che la vede contrapposta ad Apple e nonostante le probabilità di spuntarla in tribunale per l’azienducola della Florida siano bassissime (ulteriori dettagli legali dopo il salto), la Psystar ha presentato ieri un nuovo clone dotato di scheda NVIDIA 9800GT e con supporto alla tecnologia Blu-Ray. Il comunicato stampa è volutamente provocatorio e il tono è di sfida: “Psystar Releases Blu-Ray, Nvidia 9800GT Before Apple”. Il riferimento a Steve Jobs, che durante l’evento del 14 ottobre ha spiegato come il ritardo dell’implementazione del Blu Ray sui Mac sia dovuto semplicemente al fatto che tale tecnologia è un “vespaio”, è più che evidente.

Il masterizzatore Blu-Ray è disponibile come opzione sul modello Open Pro al costo di 300$. Quello che la Psystar non dice è che senza un player ufficiale Blu-Ray per Mac OS X il lettore in questione non è che serva poi molto all’acquirente dell’Open Pro. Certo, si possono masterizzare costosi dischi vergini Blu-Ray utilizzando Roxio Toast 9, ma questo lo possono fare tutti gli utenti Mac comprando un lettore Blu-Ray esterno.

Anche la scheda video NVIDIA 9800GT è selezionabile fra le opzioni dell’Open Pro e nel comunicato l’azienda ci tiene a far notare che pure questo componente non è ancora disponibile per alcun modello di Mac. Ma dove sta il problema, si potrebbe dire, se la Psystar ha deciso di implementare due nuove features su uno dei propri prodotti? Del resto si tratta di un computer che in ogni caso può essere utilizzato con qualsiasi sistema operativo, no? Certo, è vero. Peccato che l’immagine che campeggia nella pagina dell’Open Pro suggerisca tutt’altra interpretazione.

CONTINUA SU THE APPLE LOUNGE —->

Technorati Tag: ,,

SysMain:ottimizza l’avvio (si, come no)

Spulciando tra i servizi (non i cessi) di Windows alla ricerca di quelli inutili e quindi da disabilitare ne ho trovato uno interessante: il suo nome è SysMain, accessibile da C:\Windows\system32\svchost.exe -k LocalSystemNetworkRestricted, nominato anche sotto “Ottimizzazione avvio”, il cui scopo è (testuale) “Mantiene e migliora nel tempo le prestazioni del sistema”…beh… Bill hai fatto na cazzata perchè non mi pare faccia molto effetto 😛

L’unica cosa che fà è aiutare il nostro povero HD, già affaticato dal file system peggiore del mondo, nella sua lenta ma inesorabile distruzione…

Ah, da non dimenticare le Notifiche di controllo Genitori di Windows che per chissà quale motivo le trovate sotto “ Windows Jugendschutz Benarichtigung”… mah!

Antitrust: multa da 300mila euro a Vodafone

La società Antitrust è intervenuta ancora una volta nei confronti di operatori di telefonia mobile (dopo lo scontro con 3 Italia): sotto i riflettori c’è ora Vodafone, che nelle sue pubblicità fa promesse ingannevoli.
In particolare, sulla pubblicità della Internet Key, veniva garantita massima connettività in qualsiasi circostanza: la velocità massima teorica di una connessione UMTS-HSDPA è di 7,2 mbps, alquanto impossibile da raggiungere per vari fattori.

Via | methack

Multa salata per 3 italia

La compagnia telefonica 3 Italia ha ricevuto negli uffici amministrativi una lettera da imageparte dell’Antitrust: multa da 80 mila euro per aver rallentato la rimozione del cosiddetto Operator Lock in tutti i suoi cellulari.
Il blocco dei cellulari, che impedisce di usare il dispositivo con le sim di altri operatori, è da tempo uno dei mezzi di marketing per Tre. Le pratiche di sblocco "casalingo" sono illegali e stipulato il contratto con la compagnia si dovrà attendere almeno un anno per poter cambiare operatore. Ma ad essere illegali sono anche le azioni della stessa 3 Italia, che negli ultimi tempi ha cercato di "tenere con sè" tutti i clienti con una certa anzianità di contratto.

Codice Sorgente di Windows Vista

Direttamente dal blog di Danirevi il codice sorgente di Windows Vista, rubato in modi illeciti.. Consiglio la lettura anche a chi non sa programmare perchè è veramente chiarissimo!

Get a Mac, 3 nuovi spot

La premiata ditta Long & Hodgman, ovvero Mac e Pc, tornano alla carica. Apple ha pubblicato ieri tre nuovi spot della serie Get a Mac: Calming Teas (Tisane calmanti), Pizza Box e Throne, con i quali ironizza come sempre prendendo spunto dalle ultime buone notizie sull’eterna battaglia fra PC e Mac. Nel primo spot PC pubblicizza una nuova linea di tisane calmanti destinate a tutti coloro che perdono le staffe utilizzando Vista.

C’è n’è una per ogni tipo di problema, dalla camomilla contro i crash all’infuso al melograno che aiuta ad essere pazienti con la lentezza del sistema operativo di Microsoft. Ma PC non ha in serbo solo tisane: il set di prodotti per il benessere del corpo non sarebbe completo senza una linea di… sali da bagno.

Nel secondo spot, dai toni più surreali, PC cerca di attaccare il primato di Mac, il computer preferito dagli studenti universitari americani, mascherandosi da scatola di pizza. Ma trasformarsi nell’alimento preferito dagli studenti del college serve solamente a PC per coprirsi ulteriormente di ridicolo.

Nell’ultimo spot PC non usa mezzi termini: i Mac stanno andando alla grande ma i computer Windows regnano ancora nel settore computing, perché Mac potrà avere anche un migliore sistema operativo e la lentezza di Vista potrà essere un problema, ma lo switch, il passaggio da PC a Mac, dice PC, è un problema che nessuno dei suoi sudditi ha voglia di affrontare. Mac è pronto a contraddirlo: basta che un “suddito” porti il proprio PC in un Apple Store e troverà l’aiuto necessario ad operare uno switch facile e indolore. In tutta risposta Pc non può far altro che bannare Mac dal suo regno.

Via | The Apple Lounge