Grane ritorno!

Buona notizia visitatori! Sto sviluppando un nuovo sito che riprenderà in parte questo ed introdurrà argomentazioni nuove!

Per il momento è hostato nel mio server, non appena sarà pronto pubblicherò un nuovo articolo con il link. Nel frattempo iscrivetevi ai feed RSS per rimanere aggiornati!

PS. avete suggerimenti per un nome del sito? 🙂

Annunci

Scuola : in arrivo lavagne touch e pagelle online

Il ministro all’Istruzione Maria Stella Gelmini, il ministro Renato Brunetta assieme al mitico premier Berlusconi, hanno presentato il progetto Scuola Digitale. In un futuro prossimo tutti gli istituti italiani potranno adottare le LIM, particolari lavagne elettroniche interattive in grado di interfacciarsi ad applicazioni informatiche.
Il Governo italiano ha voglia di investire sull’innovazione ed ha già destinato i fondi per acquistare e distribuire Lavagne Interattive Multimediali (LIM).
Si tratta di uno strumento touch-screen, pilotabile attraverso particolari pennarelli. Lo schermo è collegato ad un laptop, ad un videoproiettore e alle casse, il che consente di aumentare il tasso di interattività con diverse tipologie di corsi.
Le prime informazioni ufficiali dicono che il progetto partirà a dicembre nelle prime 1.180 scuole (cioè il 10% degli istituti scolastici principali) ma si estenderà nel mese di dicembre 2009 in oltre in 4.180 scuole. Le scuole potranno così sviluppare contenuti didattici digitali, fruirne in rete e utilizzare strumenti di collaborazione come blog, wiki e videoconferenze.
I problemi riguardano principalmente la sicurezza di questi dispositivi, che essendo collegati ad un laptop, potrebbero permettere agli studenti più intransigenti di “combinare qualche guaio”, soprattutto alla rete scolastica.
L’Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica si è incaricata di formare gli insegnanti all’utilizzo e l’integrazione delle LIM con i testi stampati, ed ha rilasciato un documento (pdf) circa quelle che saranno le caratteristiche della lavagna.
«I contenuti proiettati sulla Lim, che deve essere collegata a un videoproiettore e a un pc, funzionano esattamente come sul computer: le icone possono essere cliccate, i file selezionati, trascinati, aperti, modificati, collegati, salvati e cancellati»: investimento da 20 milioni di euro, entrata a regime del progetto stimata verso la fine dell’anno scolastico 2008/2009.
La riforma comprende altre “questioni”, come la “pagella digitale”, “accesso web al fascicolo dello studente”, “registro digitale” e “rilevazione delle assenze via SMS o via Email”. Tutto ciò potrà realizzarsi già a partire da fine anno 2008.
Sul sito INDIRE è infine possibile reperire i documenti pdf contenenti l’elenco degli Istituti comprensivi e delle Scuole Secondarie di I grado destinatarie della LIM.
Ed ecco le prime immagini su quello che è il concetto teorico che l’azienda produttrice di queste lavagne intende proporre ad un modello scolastico futuro ideale:

Che ne dite? Mi pare fantastico!!! Peccato che prima che entri in funzione saranno passati 2 anni scolastici e io non ne potrò usufruire!!! Uffi! Vado a fare il prof…

AAPL:il titolo di Apple crolla in borsa

Lunedì nero per il titolo AAPL. In seguito al downgrade nel rating da parte di due analisti finanziari le quotazioni dell’azienda di Cupertino sono drasticamente calate. AAPL ha chiuso a 105$ con una perdita di quasi 18 punti percentuali, raggiungendo il prezzo per azione più basso da maggio 2007. In meno di 60 minuti sono stati bruciati circa 18 miliardi di dollari di capitale finanziario. Ma perché sono bastate le parole di due “esperti” per far crollare il titolo?

Ieri mattina Mike Abramsky di RBC e Kathry Huberty di Morgan Stanley hanno deciso di rivedere i propri ratings su Apple, basandosi semplicemente sul fatto che il periodo di recessione che ha investito l’economia americana inciderà pesantemente sull’acquisto dei prodotti della compagnia. In base dunque a mere previsioni sui risultati fiscali, i due analisti hanno deciso di downgradare AAPL, che in entrambi i casi rientrava fra i titoli a maggior rendimento, inserendolo nel gruppo dei titoli a rendimento “normale”, abbassando di conseguenza i propri prezzi-obbiettivo.

Il fatto che la Hubert abbia una pessima fama di analista Apple (in passato ha spesso prodotto previsioni completamente sballate in merito ad AAPL) e che anche Mike Abramsky, nonostante faccia parte del Gotha dei Nostradamus di Wall Street, abbia cannato del 4,5% la stima sul prezzo per azione nel secondo trimestre di quest’anno, non sono serviti ad impedire che la diga crollasse e che gli short-seller si fiondassero a vendere impulsivamente.

Quello che è successo ieri al titolo di Apple si inserisce in un panorama di desolazione finanziaria piuttosto vasto – i mercati hanno chiuso in sensibile calo – ed è forse la cartina di Tornasole che evidenzia quanto siano scoperti i nervi degli investitori in questo periodo. Adesso il semplice dubbio è se acquistare AAPL, à la Buffett, ad un prezzo che sembra davvero stracciato, o se aspettare nel caso il titolo, già pericolosamente vicino alla soglia psicologica dei 100$, dovesse scendere ancora.

Volendo fare due passetti di danza come sul Titanic che affonda possiamo riuscire a vedere il lato positivo: mai come adesso Apple ha necessità di abbassare i propri margini di guadagno. Ciò significa una cosa sola: i prossimi MacBook potrebbero costare davvero molto meno. Un MacBook al prezzo di un Mac mini aiuterebbe di sicuro gli Apple fans a guardare verso l’abisso dell’economia con un sorrisino sardonico che gli utenti PC non si sognano nemmeno.

[via]

Technorati Tag: ,,,

Google: 10 milioni per le tue idee

Se avessi la possibilità di proporre un’idea in grado di aiutare il maggior numero di persone, quale sarebbe?” Così inizia l’articolo pubblicato ieri sera su Google blog Italia. L’articolo di ieri, presenta il nuovo progetto di Google che, come sempre, mette al centro gli utenti d’internet. Questa volta dovrete aguzzare l’ingegno e pensare a qualcosa di veramente geniale.

Con questo nuovo progetto, google vuole concretizzare un’idea veramente geniale, pensata da un utente della rete. Insomma, se avete un’idea che può rivoluzionare la vita di molti, allora Google ve la finanzia. Sono stati messi in palio ben 10 milioni di dollari da dividere in 5! Infatti, i vincitori saranno 5 , ovviamente l’idea deve essere veramente geniale e in più, deve superare degli step che la vedranno a confronto con altre idee, presentate da altrettanti utenti.

La selezione dell’idea migliore sarà fatta in tre fasi. Nella prima fase, che si conclude il 20 ottobre, dovrete inviare la vostra idea a Google, nella seconda fase, che avrà inizio il 27 gennaio, saranno votate le migliori 20 da queste, una commissione di Google ne tirerà fuori solo 5 che poi saranno quelle che saranno finanziate.

Per scegliere l’idea migliore ci sono dei criteri ben precisi:

  • Portata: sulla vita di quante persone avrà effetto la tua idea?
  • Impatto: quanto grande sarà l’impatto sulla vita delle persone? Quanto è urgente la necessità?
  • Realizzabilità: questa idea può essere realizzata in uno o due anni?
  • Efficienza: quanto semplice è la tua idea e qual è il rapporto costi/benefici?
  • Longevità: quanto a lungo durerà l’impatto della tua idea?

sicuramente un video vi potrà chiarire meglio le idee.

[via]

Con 85 metri vince i Campionati mondiali di lancio del cellulare

Lanciare telefonini il più lontano possibile per liberarsi dalle frustrazioni. Non solo un gesto liberatorio ma un vero e proprio sport. Così almeno viene inteso in Estonia, dove anche quest’anno si è tenuta l’annuale competizione di lancio del telefonino che dura un intero fine settimana e attira turisti da ogni parte del mondo.

La simpatica gara è aperta a tutti, adulti e bambini e per la nona edizione 2008 il risultato migliore è stato quello dell’estone Timmo Lilium che ha lanciato il cellulare a 85 metri, ben lontano però dal record del mondo di 94,47 metri stabilito dal finlandese Mikko Lampi.
"Mi sono allenato molto per questa gara – ha detto Lilium – tutti i giorni alle cinque in punto, nello stadio della mia città mi esercito nel lancio del telefonino".
Per le donne, il record dell’anno è dell’estone Valeria Kadorova, che ha lanciato il telefonino a 41 metri.
La Finlandia, terra di Nokia, è invece risultata prima nella categoria Junior grazie al lancio di 55 metri del dodicenne Riku Kankkunen. Un vero e proprio sport che ha la capacità di far sentire meglio chi lo pratica. "Abbiamo organizzato questa gara perché vogliamo liberare le persone dalle frustrazioni dei cellulari – ha detto Christine Lund, organizzatrice del torneo -. Li amiamo e li odiamo e a volte non vogliamo essere sempre reperibili, gettarli via è una sorta di liberazione".
Il peso dei cellulari ammessi alla gara varia dai 220 ai 400 grammi. Alla fine delle gare, gli organizzatori pensano anche a riciclare i telefonini "perché il loro smaltimento è un problema" ha concluso Christine Lund.

Via | methack

Manifesto hacker

Manifesto Hacker di “The Mentor” scritto l’8 Gennaio 1986.

Manifesto Hacker

Ne è stato arrestato un’ altro oggi, è su tutti i giornali: “Ragazzo arrestato per crimine informatico”, “Hacker arrestato dopo essersi infiltrato in una banca”…

Dannati ragazzini. Sono tutti uguali.

Ma avete mai, con la vostra psicologia da due soldi e il vostro Tecno-cervello da anni 50, guardato dietro agli occhi dell’Hacker? Non vi siete mai chiesti cosa abbia fatto nascere la sua passione?
Quale forza lo abbia creato, cosa può averlo forgiato?

Io sono un Hacker, entrate nel mio mondo…

Il mio è un mondo che inizia con la scuola… Sono più sveglio di molti altri ragazzi, quello che ci insegnano mi annoia…

Dannato sottosviluppato. Sono tutti uguali.

Io sono alle Junior School, o alle High School.
Ho ascoltato gli insegnanti spiegare per quindici volte come ridurre una frazione, l’ho capito.
“No, Ms. Smith, io non mostro il mio lavoro. E’ tutto nella mia testa…”

Dannato bambino. Probabilmente lo ha copiato. Sono tutti uguali.

Ho fatto una scoperta oggi. Ho trovato un computer. Aspetta un momento, questo è incredibile!
Fa esattamente quello che voglio. Se commetto un errore, è perchè io ho sbagliato, non perchè io non gli piaccio… O perchè si senta minacciato da me… O perchè pensi che io sia un coglione… O perchè non gli piace insegnare e vorrebbe essere da un’altra parte…

Dannato bambino. Tutto quello che fa è giocare. Sono tutti uguali.

Poi è successa una cosa… una porta si è aperta su un mondo… correndo attraverso le linee telefoniche come l’eroina nelle vene di un tossicomane, un impulso elettronico è stato spedito, un rifugio dagli incompetenti di ogni giorno è stato trovato, una tastiera è stata scoperta. “Questo è il luogo a cui appartengo…”

Io conosco tutti qui… non ci siamo mai incontrati, non abbiamo mai parlato faccia a faccia , non ho mai ascoltato le loro voci… però conosco tutti.
Dannato bambino.
Si è allacciato nuovamente alla linea telefonica.

Sono tutti uguali.

Ci potete scommettere il culo che siamo tutti uguali… noi siamo stati nutriti con cibo da bambini alla scuola mentre bravamamo una bistecca… i pezzi di cibo che ci avete dato erano già stati masticati e senza sapore. Noi siamo stati dominati da sadici e ignoranti, dagli indifferenti.

I pochi che avevano qualcosa da insegnarci trovavano in noi volenterosi allievi, ma queste persone sono come goccie d’acqua nel deserto. Ora è questo il nostro mondo… il mondo dell’elettrone e dello switch, la bellezza del baud.

Noi facciamo uso di un servizio già esistente che non costerebbe nulla se non fosse controllato da approfittatori ingordi, e voi ci chiamate criminali.

Noi esploriamo… e ci chiamate criminali. Noi cerchiamo conoscenza… e ci chiamate criminali. Noi esistiamo senza colore di pelle, nazionalità, credi religiosi e ci chiamate criminali. Voi costruite bombe atomiche, finanziate guerre, uccidete, ingannate e mentite e cercate di farci credere che lo fate per il nostro bene, e poi siamo noi i criminali.

Si, io sono un criminale.
Il mio crimine è la mia curiosità.
Il mio crimine è quello che i giurati pensano e sanno non quello che guardano. Il mio crimine è quello di scovare qualche vostro segreto, qualcosa che non vi farà mai dimenticare il mio nome.

Io sono un Hacker e questo è il mio manifesto.
Potete anche fermare me, ma non potete fermarci tutti…
Dopo tutto, “Siamo tutti uguali”.

Hard Disk campioni

 

Questo è un  hard disk nel 1956….

Nel Settembre 1956 IBM lanciò il 305 RAMAC, il primo computer con un hard disk drive (HDD). L’HDD pesava più di una tonnellata e teneva "ben" 5MB di dati… ciò per dire che è ora che apprezziate le vostre chiavette da 1GB e ringraziate quelle persone che da quel casselotto hanno creato l’HD più piccolo del mondo, il più veloce(10.000 rpm) e il più capiente (1.6 Tera).

Foto: yellow-llama.com

Technorati Tags: ,,