Notizie varie

Eccomi, eccomi… sono ancora vivo! Dopo questo bel fine settimana di Halloween ho riaperto il mio lettore di Feed e ho trovato una valanga di cosucce interessanti, ad esempio:

Queste sono i migliori post che ho trovato in questo fine settimana, spero che vi siano utili!

Annunci

easyMule: mod per eMule

eMule è senza ombra di dubbio, il programma migliore per il download dei file dalla rete P2P. Essendo il migliore è anche quello più utilizzato. Nella sua versione originale il software, però, pecca di qualche piccolo problema, molti utenti, infatti, si lamentano perché trovano il programma troppo difficile da configurare e il tema dello stesso, per alcuni è vecchio e ormai superato. Proprio per questi, alcuni programmatori, passano il loro tempo a realizzare delle MOD di eMule, cioè, versioni modificate del software originale.

Cercando con Google sicuramente ne trovate a milioni, molte sono valide, altre invece sono delle vere e proprio schifezze. Oggi vi presento una MOD che merita veramente di essere provata. easyMule è la MOD più leggera e facile da utilizzare di tutte le attuali modifiche che emule ha visto nella sua storia, la stessa, supera in facilità e in leggerezza lo stesso eMule.

Una della particolarità principali di questo programma è sicuramente la funzione che vi permette di Auto-Configurare il programma, per essere utilizzato nel migliore dei modi. Ma come dicevo prima, anche l’interfaccia chiara, semplice e pulita del programma, sono uno dei punti di forza di questa MOD che sicuramente nei prossimi mesi riuscirà a rubare molto dello spazio attualmente coperto da altre versione del Mulo.

Per chi vuole scaricare il programma, sul sito ufficiale trova il link. Mentre per i programmatori, che voglio dare una sbirciatina al codice, qui trovate tutto il codice del software.

Via | geekissimo roba da geek!!!

Technorati Tags: ,,,

Come vedere le anteprime audio/video dei torrent in download

Il download di video e file musicali sfruttando la rete di P2P torrent, anche nel nostro paese, dopo un periodo di lento e faticoso “rodaggio”, si è molto diffuso ed allo stato attuale rappresenta una delle soluzioni più gettonate dagli internauti del bel paese per scambiare i propri file, in maniera veloce e senza dover penare con code di vario genere.

Ecco quindi nascere l’esigenza di conoscere veramente cosa si sta scaricando prima di aver completato un pesante download: scaricare un video “pesante” più di 1 GB e scoprire che non è ciò che ci si aspettava, o che è irrimediabilmente danneggiato, non è certo il massimo della vita, va detto.

Per portare a termine questo arduo compito, possiamo affidarci al nuovo software gratuito RARPlayer, in grado di riprodurre video ed audio dai torrent senza doverli scaricare completamente.

Ovviamente anche questo programma, benché molto promettente, non riesce a fare miracoli: se non si scarica almeno il 30% del file video da “sbirciare” in anteprima, sono quasi nulle le speranze di poterlo testare. Discorso diverso vale invece per i file audio, dei quali occorre scaricare una porzione più ridotta rispetto ai video per poterli vedere in streaming tramite RARPlayer.

Che dire? Si tratta indubbiamente di uno di quei software che, chiunque utilizzi la rete torrent con frequenza, deve assolutamente provare per evitare fregature o lunghissime perdite di tempo.

Buon download a tutti!

Technorati Tags: ,,

Via | Geekissimo

E chi dice che il P2P è illegale?

Và detto che il P2P viene utilizzato sopratutto per scopi illegali. Software come BitTorrent, eMule e LimeWire servono per scaricare file protetti da copyright.

Ma il  peer to peer è anche un ottimo mezzo di distribuzione per file non protetti dal diritto d’autore, la prima cosa che mi viene in mente sono le distro Linux.

Per questo motivo la prossima volta che dovremo giustificare al nostro ISP il massiccio uso di banda, o perché sul pc della scuola abbiamo installato emule, possiamo controllare il wiki a questa pagina dove sono elencati tutti gli usi legali che si possono fare del P2P.

Sinceramente scorrendo il wiki sono rimasto allibito da quanti usi si possono fare, si va dai client Voip, a motori di ricerca che utilizzano la tecnologia peer to peer. Ovviamente essendo un wiki, chiunque può collegarsi e modificare quello che è scritto, cosi se conosciamo qualche altro metodo per utilizzare in modo legale il P2P possiamo aggiungerlo alla lista.

Fonte: geekissimo

Technorati Tags: ,,,