Prolungare il tempo di durata della prova di un programma a pagamento

In giro nel web si trovano moltissimi programmi a pagamento che offrono la possibilità di scaricare una versione di prova per qualche giorno o mese, ma grazie a questo utilissimo programma è possibile estenderla fino a quando si vuole.

Certo, si può portare indietro l’orario del pc dal bios, oppure usare una semplice crack, ma questo è decisamente può facile e comodo.

runasdate.jpg

Il programma è compatibile solo e soltanto con versioni a 32Bit di Windows 2000, XP, Server 2003 e Vista. Non è compatibile con nessun’altro sistema operativo.

Download | http://www.nirsoft….s_date.html

Technorati Tag: ,,

Notizie varie

Eccomi, eccomi… sono ancora vivo! Dopo questo bel fine settimana di Halloween ho riaperto il mio lettore di Feed e ho trovato una valanga di cosucce interessanti, ad esempio:

Queste sono i migliori post che ho trovato in questo fine settimana, spero che vi siano utili!

Linux Day: Adotta un Utente Microsoft!

In occasione del Linux Day 2008, che si terrà sabato 25 ottobre in 119 città italiane (tutte le informazioni relative alla manifestazione sono sul sito http://www.linuxday.it), la Italian Linux Society (ILS) e l’Associazione PLIO (Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org) hanno lanciato una campagna per la protezione di una specie a rischio di estinzione: gli utenti di Microsoft Office.

Ciascun membro della ILS e del PLIO si impegna a salvare un utente di Microsoft Office facendolo migrare in modo progressivo a OpenOffice.org 3.0, secondo un percorso che prevede prima la coesistenza delle due suite – con un uso sempre più ampio di OO.o 3.0 – fino all’abbandono di Office. “Che gli utenti di Office fossero destinati all’estinzione lo aveva implicitamente ammesso la stessa Microsoft, paragonandoli a dinosauri“, afferma Michele Dalla Silvestra, Presidente della Italian Linux Society. “Il messaggio di quella campagna pubblicitaria, però, non è stato sufficientemente forte da portare a un abbandono totale della suite, per cui – insieme al PLIO – abbiamo deciso di creare dei gruppi di volontari per convincere anche gli ultimi sostenitori ad abbandonare Office“.
OpenOffice.org rappresenta il futuro perché offre un’ampia libertà di scelta agli utenti: è libero e basato su standard aperti, ed è disponibile per le piattaforme più usate – Linux, Mac OS X e Windows – e per la maggior parte delle lingue“, prosegue Davide Dozza, Presidente dell’Associazione PLIO. “Microsoft Office rappresenta il passato perché limita le opzioni: non è disponibile per Linux e per molte lingue minori, e ha un prezzo eccessivo rispetto alle funzionalità utilizzate dalla maggior parte degli utenti. Agli utenti facciamo una semplice domanda: volete continuare a guardarvi indietro, o preferite volare in avanti insieme ai gabbiani di OOo 3.0?“.

I download della versione italiana di OpenOffice.org 3.0 sono stati più di 210.000 in una settimana, pari a una media di oltre 30.000 al giorno. A livello mondiale, il totale ha superato i 3 milioni. Queste cifre non comprendono coloro che installano il software da un CD e le installazioni multiple.
La ILS e l’Associazione PLIO invitano quindi gli utenti di Microsoft Office nelle 119 sedi del Linux Day 2008, per essere adottati e conoscere la realtà del software libero. Coloro che porteranno il proprio PC potranno iniziare immediatamente la terapia, poiché gli verranno installati – gratuitamente, e senza eliminare né Windows né Microsoft Office – Linux e OpenOffice.org 3.0.

Guida: come utilizzare gli screensaver come wallpaper in Windows Vista

Carissimi amici, è decisamente giunto il momento di dedicarci anima e corpo alla fuffa. Lo facciamo parlando del sistema operativo che, in molti dizionari dei sinonimi, è accostato proprio a quest’ultima: Windows Vista.

Inutile far finta di niente: anche chi va dicendo di non aver alcun interesse relativo all’estetica del proprio O.S., in fondo in fondo, non disdegna l’idea di avere un qualcosa di piacevole sotto gli occhi, soprattutto quando le ore di lavoro da passare davanti al PC sono molte.

Eccoci quindi pronti a svelarvi un trucchetto davvero molto simpatico, che ci permetterà di utilizzare gli screensaver come wallpaper in Windows Vista.

L’unica cosa da fare, è aprire il prompt dei comandi, digitare quanto segue e premere il tasto Invio:

  • aurora.scr /p65552 per avere lo screensaver “Aurora” come sfondo del desktop.

  • ribbons.scr /p65552 per avere lo screensaver “Ribbons” come sfondo del desktop.

  • mystify.scr /p65552 per avere lo screensaver “Mystify” come sfondo del desktop.

  • sstext3d.scr /p65552 per avere lo screensaver “Testo 3D” come sfondo del desktop.

Uniche pecche di questa procedura sono: la sparizione delle icone sul desktop (almeno finché non verrà stoppato lo screensaver, tramite “gestione attività”) ed i 10 MB di RAM occupati perennemente dal salvaschermo.

Per il resto, è una gran fikata… che aspettate a provarlo sul vostro Windows Vista?

Via | Tech Recipes

Google: 10 milioni per le tue idee

Se avessi la possibilità di proporre un’idea in grado di aiutare il maggior numero di persone, quale sarebbe?” Così inizia l’articolo pubblicato ieri sera su Google blog Italia. L’articolo di ieri, presenta il nuovo progetto di Google che, come sempre, mette al centro gli utenti d’internet. Questa volta dovrete aguzzare l’ingegno e pensare a qualcosa di veramente geniale.

Con questo nuovo progetto, google vuole concretizzare un’idea veramente geniale, pensata da un utente della rete. Insomma, se avete un’idea che può rivoluzionare la vita di molti, allora Google ve la finanzia. Sono stati messi in palio ben 10 milioni di dollari da dividere in 5! Infatti, i vincitori saranno 5 , ovviamente l’idea deve essere veramente geniale e in più, deve superare degli step che la vedranno a confronto con altre idee, presentate da altrettanti utenti.

La selezione dell’idea migliore sarà fatta in tre fasi. Nella prima fase, che si conclude il 20 ottobre, dovrete inviare la vostra idea a Google, nella seconda fase, che avrà inizio il 27 gennaio, saranno votate le migliori 20 da queste, una commissione di Google ne tirerà fuori solo 5 che poi saranno quelle che saranno finanziate.

Per scegliere l’idea migliore ci sono dei criteri ben precisi:

  • Portata: sulla vita di quante persone avrà effetto la tua idea?
  • Impatto: quanto grande sarà l’impatto sulla vita delle persone? Quanto è urgente la necessità?
  • Realizzabilità: questa idea può essere realizzata in uno o due anni?
  • Efficienza: quanto semplice è la tua idea e qual è il rapporto costi/benefici?
  • Longevità: quanto a lungo durerà l’impatto della tua idea?

sicuramente un video vi potrà chiarire meglio le idee.

[via]

MobaLiveCD: come eseguire un LiveCD Linux direttamente da Windows

Non vi è venuta voglia di provare almeno una delle tante distro Linux disponibili? Bene, potete farlo senza troppi problemi, senza partizionare il disco, riavviare il computer o installare applicazioni come VirtualBox, ma semplicemente avviando MobaLiveCD.

Si tratta di un utility per Windows che permette di eseguire qualsiasi LiveCD di qualunque distribuzione Linux direttamente da Windows, senza installare nulla. Basta scaricare il file (1.4 Mb), avviare l’eseguibile MobaLiveCD.exe e selezionare l’ISO che volete lanciare.

Per il funzionamento il software si avvale di QEMU, un emulatore completamente open source che sfrutta le “Dynamic Translation“. Trattandosi sempre di un’emulazione, non aspettatevi risultati sensazionali, al pari dell’esecuzione del LiveCD al boot del computer. Considerate sempre che state lanciando un sistema operativo mentre ne utilizzate un altro..

Il software può essere anche installato sull’hard disk, e vi permetterebbe in questo modo di lanciare un ISO contenente una distro linux semplicemente dal menu del tasto destro. Inoltre potete creare degli hard disk virtuali, proprio come in VirtualBox, per salvare i dati delle sessioni LiveCD.
Se siete alla ricerca di una soluzione “prêt-à-porter” per eseguire una distro Linux allora MobaLiveCD può fare davvero al caso vostro. Se invece volete un’esperienza più completa e professionale, allora affidatevi a VirtualBox e non avrete da chiedere altro.

Ah per chi non lo sapesse, i LiveCD (termine generico utilizzato per indicare una distribuzione di un sistema operativo in grado di essere avviato ed eseguito senza richiedere l’installazione su hard disk. Wikipedia) sono disponibili per la maggior parte delle distribuzioni Linux in circolazione, e possono essere scaricati solitamente anche dal sito ufficiale della distro.

Via | DownloadSquad

Technorati Tags: ,,

Ottenere account RapidShare gratis

Sicuramente tutti voi conoscerete il famosissimo servizio di file sharing RapidShare.

Si tratta sicuramente di un servizio ottimo e impeccabile, peccato però che sia stato importo un limite di download per gli utenti free, ovvero quelli che non hanno acquistato un account

Il servizio che vi voglio presentare oggi permette di ricevere, in maniera del tutto gratuita, un account RapidShare di 2, 30 o 90 giorni, a nostra scelta.

Il funzionamento è molto semplice: dopo esserci registrati al servizio dovremo premere su dei banner pubblicitari ed invitare altri nostri amici ad iscriversi (i quali a loro volta dovranno anche loro premere sulla pubblicità).

Raggiunta la soglia minima di iscritti referal possiamo finalmente richiedere l’account premium per RapidShare!

Il servizio di cui sto parlando si chiama RapidForFree ed è in lingua completamente italiana!

[di Luca Mercatanti]

Technorati Tags: ,